NEWS
Transpotec - Logitec 2017

Transpotec – Logitec 2017

COMUNICATO STAMPA

 

L’Edizione 2017 del Salone della Logistica e dell’Autotrasporto, che per la prima volta sigla il matrimonio con SaMoTer (Salone Internazionale delle Macchine Movimento Terra da cantiere e per l’Edilizia) si chiude all’insegna di grandi numeri, sia in termini di affluenza visitatori che di Operatori commerciali presenti, distribuiti su oltre 84.000 mq di superficie.

 

La formula adottata da Fiere Milano e l’abbinamento con SaMoTer e Asphaltica, nonché la presenza di numerosi Partners istituzionali, hanno fatto sì che per la prima volta fossero affrontati più approfonditamente gli spinosi temi della sicurezza stradale degli autisti e dei veicoli commerciali, temi ancora poco o scarsamente dibattuti in Italia.

 

L’Italia, infatti, e per politiche deboli in materia di tutela della categoria degli Autotrasportatori, e per carenza di infrastrutture adeguate, resta tra i Paesi europei più vulnerabili in materia di sicurezza stradale degli Operatori c.d. Professionali.

 

Tra i dieci Costruttori presenti alla kermesse, Volvo Trucks è certamente l’Azienda da sempre particolarmente attenta al tema della sicurezza e non a caso, vanta i veicoli commerciali più innovativi, dotati di tecnologie all’avanguardia.

 

Considerato che metà dei sinistri che coinvolgono i mezzi pesanti si concludono con un ribaltamento laterale, la cabina ideata da Volvo presenta un largo tettuccio che funge da uscita d’emergenza.

Dalla sterzatura dinamica all’efficiente I-Shift Dual Clutch, il sistema Dynaflet monitora tempi di guida, emissioni, carichi, consumi e tutto ciò che ottimizza la guida.

Per la prima volta, un Partner statunitense visita virtualmente il Transpotec Logitec.

 

Si tratta della Legacy Corporation CDL International, un Logistic Village con sede nel Montana, che da sempre si occupa di sicurezza degli autisti e di Logistica.

“Sicurezza stradale”, spiega il Presidente della Legacy, Sig. LEW JOSEPH GRILL, “è un vero e proprio modus vivendi, che deve radicarsi nei giovani, fin dall’età scolare. Quello che si fa negli Stati Uniti, grazie all’impegno del Governo Federale, è formare giovani che, attraverso vere e proprie Scuole Professionali, divengano gli Imprenditori o gli Autisti del futuro.”

 

Il Sig. GRILL è altresì impegnato da sempre contro il Social dumping e lo sfruttamento degli autisti ed assicura, con le sue 33 Scuole, una formazione teorica e pratica che mette in condizione il conducente di far fronte a tantissime emergenze durante la guida.

 

“Auspico un prossimo ed imminente debutto in Italia”, conclude il Sig. Grill, “perchè il tema della sicurezza e della tutela degli autisti professionali non è più soltanto un tema statunitense o europeo, bensì mondiale, per le serie implicazioni sull’intera collettività e sui costi sociali. Maggiore sicurezza è ovviamente sinonimo di maggiore efficienza e produttività.”

 

Ma il vero auspicio che noi tutti ci facciamo è che finalmente si valorizzi la risorsa umana “AUTISTA” e si affrontino tutte le criticità che lo svolgimento di questa professione così importante, ma così tanto “dimenticata”, comporta.

 

       F.to TANIA ANDREOLI

LEGACY CORPORATION CDL INTERNATIONAL-USA